[vc_row][vc_column][vc_row_inner row_content_width="grid"][vc_column_inner][vc_column_text]È capace di interazioni complesse e dotata di un sofisticato sistema che le permette di esprimersi con la voce e attraverso le espressioni facciali con l’interlocutore umano, rilevandone la presenza con una fotocamera speciale installata sul petto. E’ il primo robot ad ottenere la cittadinanza di un Paese, l’Arabia Saudita. Al Web Summit di Lisbona è stata invitata nel ruolo di speaker per introdurre la SingularityNet, una piattaforma decentralizzata basata sulla blockchain per la condivisione di ricerche e conoscenze sull’evoluzione dell’intelligenza artificiale. E’ stata definita un mercato aperto decentralizzato in cui qualsiasi sviluppatore di AI può installare il proprio software, consentendogli di raggiungere qualsiasi utente AI sul pianeta. Una piattaforma in cui gli utenti AI, che svolgono funzioni specifiche, possono lavorare in modo uniforme, aiutando gli utenti in diversi modi e coordinando insieme in reti AI di intelligenza sempre più generale. La

[vc_row][vc_column][vc_row_inner row_content_width="grid"][vc_column_inner][vc_column_text]CoinMiner è il nuovo virus generato dagli hacker che minaccia gli internauti, creando all’interno dei dispositivi valuta digitale silenziosamente. Ciò permette agli hacker di arricchirsi all’insaputa degli utenti, producendo bitcoin all’interno dei dispositivi attraverso l’utilizzo, da parte di quest’ultimi, di siti da cui scaricare famosi software pirata: contengono anche programmi per produrre criptovaluta, sempre all’ insaputa degli utenti. A lanciare l'allarme, due diverse società di sicurezza, Eset e Kaspersky Lab. Gli internauti italiani sono minacciati dal virus CoinMiner, con un picco delle infezioni dei dispositivi del 38%. Secondo Eset, l'Europa è stata maggiormente colpita, registrando nell'ultima settimana il picco di infezioni in Slovacchia (48%), Grecia (36%) e Spagna (36%). I ricercatori di Kaspersky Lab hanno invece identificato lo schema di una frode che prevede la distribuzione e l'installazione clandestina di un software di 'mining' (così si chiama in gergo la produzione dei bitcoin) sui pc degli utenti. Il

[vc_row][vc_column][vc_row_inner row_content_width="grid"][vc_column_inner][vc_column_text]Kirey Group crea il proprio laboratorio di ricerca e sviluppo, allocando risorse e competenze per promuovere l’innovazione negli ambiti tecnologici più interessanti del mercato e supportare così al meglio i clienti nel percorso di trasformazione digitale Kirey Group, il gruppo di aziende che riunisce le competenze di Kirey, IKS, Insirio e System Evolution, annuncia la creazione di Kubris, il suo nuovo centro per l’innovazione che si focalizza sulle tematiche dell’IoT, dell’Intelligenza Artificiale, Reti neurali e della Blockchain. Con sede a Milano e un team totalmente dedicato, Kubris coniuga l’agilità di una start up alla solidità del Gruppo Kirey, integrando e potenziando in un’unica realtà le esistenti capacità e le esperienze innovative di tutte le aziende del Gruppo. La nascita di Kubris è stata preceduta da un’attenta selezione di partner, sui diversi ambiti tecnologici, che potessero affiancare le risorse interne nella formazione teorica e applicata e nelle attività